lunedì 19 settembre 2016

Festival delle resistenze 23-25 settembre 2016 Piazza Cesare Battisti Trento

"Condivisione in corso". I temi scelti per il Festival: Generazioni, identità e linguaggi

Tutto il programma può essere consultato : www.piattaformaresistenze.it

Alcuni eventi in programma:

Venerdì 23 settembre

piazza cesare battisti - ore 10.00 Giornata dei giovani: il cantiere delle idee

Una mattina di lavoro e di confronto che vedrà protagonisti i giovani trentini membri della consulta provinciale degli studenti e del consiglio provinciale dei giovani oltre ad alcune classi delle superiori. Lo scopo del cantiere sarà quello di dare il via ad un percorso di progettazione e realizzazione della giornata dei giovani - proposta e voluta dai ragazzi stessi - pensata per raccontare le tante iniziative presenti sul territorio e a loro dedicate, far scoprire i canali di consultazione del mondo giovanile e favorire in questo modo la partecipazione attiva di sempre più ragazze e ragazzi interessati. L'appuntamento inaugurerà il Festival e sarà moderato dagli esperti dello staff di Resistenze in collaborazione con l'Ufficio Politiche Giovanili della Provincia Autonoma di Trento e del Comune di Trento.

piazza cesare battisti - ore 16.00  #bandoresistenze

Pomeriggio di lavoro per la sezione regionale "Percorsi" della Piattaforma delle Resistenze Contemporanee. Tutti i proponenti delle idee progettuali candidate al #bandoresistenze si incontrano per raccontare la propria idea e verificare possibili intrecci anche a livello regionale. Durante l'incontro ogni partecipante avrà modo di presentare il proprio progetto e conoscere anche le altre proposte. Attraverso un metodo di condivisione e di coprogettazione collettiva, sarà possibile individuare possibili sinergie da inserire nei propri progetti, rivedere la propria idea alla luce di nuovi stimoli ed elaborare (assieme alle altre realtà aderenti) le idee progettuali definitive da presentare per la fase di valutazione finale. L'incontro è curato dallo staff di Resistenze in collaborazione con la Scuola di Preparazione Sociale di Trento.

piazza cesare battisti - ore 21.00 Generazioni a confronto

La nota giornalista Bianca Berlinguer si interroga sul senso di mettere persone di età diverse in dialogo tra loro. Perché un anziano dovrebbe raccontare la sua storia al nipote? Perché un giovane dovrebbe farsi carico di coltivare una relazione di scambio e arricchimento con chi ha vissuto prima di lui? Che ruolo hanno i genitori, collocati in una sorta di terra di mezzo? Da sempre si parla di dialogo intergenerazionale ma non sempre ci si accorge del vero senso che sta dietro a questo fenomeno. Bianca Berlinguer, che di storia personale e collettiva se ne intende, si confronta con il pubblico nel tendone del Festival per capire quanto sia importante chiedere da dove veniamo ma anche quanto sia importante cercare di capire dove stiamo andando. Giovani o vecchi, abbiamo tutti qualcosa da dire e qualcosa da imparare.

Modera Enrico Franco, direttore dei due quotidiani "Corriere del Trentino" e "Corriere dell'Alto Adige"


Sabato 24 settembre

piazza cesare battisti - ore 10.00 Sharing '900

Ennio Remondino dialoga con i giovani dei progetti "Promemoria_Auschwitz" e del viaggio a Srebrenica su come si costruisce e condivide la memoria pubblica della storia del '900 europeo. Quanto è difficile condividere la memoria antica, sedimentata e ormai quasi storica di uno degli eventi centrali, e per questo non dimenticabili, del ventesimo secolo: lo sterminio di milioni di persone considerate nemiche dello Stato nazifascista? Quali riferimenti si possono avere visitando i luoghi che videro l'ultimo tentativo di genocidio d'Europa, appena fuori la porta di casa nostra? La visione dei luoghi, la raccolta delle testimonianze, l'apprendimento delle storie e infine la consapevolezza di tornare per raccontare, sono le azioni che hanno coinvolto i ragazzi partecipanti ai viaggi organizzati dalle Province di Trento e Bolzano sui luoghi in cui metaforicamente l'Europa nata dalle ceneri di Auschwitz è stata di nuovo colpita al cuore dei suoi valori, cioè Srebrenica. Due esercizi di condivisione e testimonianza complicati, ma non per questo meno necessari, che verranno discussi assieme al noto corrispondente di guerra Ennio Remondino, che fu per gli italiani la voce e il volto della guerra balcanica degli anni '90. Evento organizzato in collaborazione con ARCI, Deina E AGJD.

piazza cesare battisti - ore 16.00 Stato vs Mafia: chi sta vincendo?

Si confrontano in piazza con il pubblico il noto giornalista antimafia Sandro Ruotolo e il vicepresidente di Nuova Cooperazione Organizzata Peppe Pagano. "Da un quarto di secolo è in pieno svolgimento una guerra civile dove sta vincendo un solo esercito. Questa è la peggiore guerra perché il nemico è il vicino della porta accanto. È 'o guaglione del sistema che veste come i nostri figli, che va nelle sue stesse pizzerie e che poi spaccia nelle piazze e nelle strade e per il loro controllo uccide o viene ucciso". Sono parole del noto giornalista antimafia Sandro Ruotolo che ci ricordano come la battaglia contro la mafia non è mai da dimenticare o trascurare. La condivisione dei beni confiscati alla mafia può considerarsi un'efficace forma di contrasto alla criminalità organizzata? A che punto siamo nella lotta alla mafia da nord a sud? Come fare per diffondere una nuova cultura della legalità nelle nuove generazioni? A dialogare con gli ospiti ci saranno in particolare i giovani che hanno partecipato ai progetti "Campi della legalità" organizzati da Arci, "Un'Italia in comune" organizzati da Punto Europa e una classe del liceo "Leonardo da Vinci" di Trento. Modera Alessandra Saletti, ufficio stampa Università degli Studi di Trento.

piazza cesare battisti - ore 18.30 Le nuove migrazioni. Tra integrazioni e nuovi muri. Tavola rotonda con il sociologo Tahar Ben Jelloun e la delegata UNHCR Alessandra Morelli

Un dibattito per capire meglio il fenomeno migratorio contemporaneo e confrontarsi su come affrontarlo. Lucio Caracciolo sostiene che non c'è nessuna invasione e che il fenomeno è permanente oggi e in futuro. Il filosofo francese Régis Debray ha appena pubblicato un manifesto nel quale fa l'"Elogio delle frontiere" valorizzando il ruolo del confine come antidoto al muro e come possibilità di apertura, sapendo che ogni singolo individuo è un invitato, non un invasore, né un contrabbandiere. Ne discutono due importanti ospiti e conoscitori del fenomeno migratorio, da chi lo vive tutti i giorni sul campo, a chi lo studia e ne scrive da sempre. Modera Pierangelo Giovanetti, direttore del quotidiano "L'Adige".


Domenica 25 settembre

piazza cesare battisti - ore 9.30 Piani a strati 2.0

I Piani giovani di zona e ambito si presentano al pubblico attraverso i loro progetti più di successo e di interesse. Da 10 anni in Trentino sono attivi 32 Piani giovani di zona e 3 di ambito. Ma cosa sono? E cosa fanno? Le politiche giovanili della Provincia autonoma di Trento, in collaborazione con i referenti tecnici organizzativi, provano a raccontarsi alla cittadinanza attraverso immagini, filmati e installazioni, per far conoscere alcuni dei progetti realizzati in questi anni di attività e anticipare le future prospettive in stretta sinergia con la Provincia di Bolzano.

piazza cesare battisti - ore 16.00 Un mondo condiviso

L'età della condivisione alla prova della condivisione...Tra i miliardi di dollari di capitalizzazione e l'aggressività su scala planetaria del modello Uber e AirBnB e il fragile - anche se costante - affermarsi di nuove esperienze mutualistiche e collaborative all'interno delle comunità urbane (e rurali), c'è un caleidoscopio di questioni che abbiamo l'obbligo di interrogare in merito al potere trasformativo che la "sharing economy" attiva nei confronti di un contesto sociale sempre più disintermediato, ma non per questo meno complesso e relazionale. Non possiamo fare a meno di valutare le conseguenze economiche, gli effetti sulla coesione e sull'equità dei contesti urbani e sulle abitudini in mutazione di cittadini e cittadine, con la riscoperta - in parte obbligata - dei valori cooperativi. Ci dovremo interessare dei possibili impatti sui temi della governance locale e globale, delle forme organizzative, del lavoro e del welfare, della partecipazione e delle infrastrutture democratiche. Il campo è aperto. L'età della condivisione è oggi di fronte alla più grande delle sfide, quella - appunto - della condivisione.

Ugo Morelli - scienziato cognitivo, Università di Bergamo

Flaviano Zandonai - Euricse

Daniele Bucci - OuiShare

Antonio Galdo - direttore www.nonsprecare.it

Confcooperative Bolzano - FederCultura Turismo Sport

Alto Adige/Südtirol

Federazione Trentina della Cooperazione

Modera Federico Zappini.


piazza cesare battisti - ore 18.30 Storia vecchia e nuova. La narrazione attraverso l'immortale linguaggio del disegno.

Dialogo dal vivo tra il noto disegnatore Makkox e il giornalista Luca Raffaelli assieme agli ideatori e produttori del progetto "Mila". Disegnare significa unire conoscenza ed espressione; è la rappresentazione di un'invenzione. E se l'oggetto di quella rappresentazione fosse la Storia? Quella più vecchia come la seconda guerra mondiale a Trento - affrontata nel cortometraggio d'animazione Mila che vede coinvolti più di 250 artisti da 25 Paesi diversi - o quella più contemporanea affrontata in da una prospettiva satirica e ironica come la narrazione quotidiana del nostro Paese che ogni giorno porta la firma di Makkox. Il palco di Resistenze ospiterà una chiacchierata, di respiro nazionale e internazionale, per dimostrare come la grafica sia un ambito affascinante e articolato, in grado di raccontare temi forti e importanti e voglioso di dialogare con tutti. Perchè il disegno non è solo per i più piccoli, anzi!


piazza cesare battisti - ore 21.00 L'informazione ai tempi di Internet

Ex-direttore dei quotidiani nazionali "La Stampa" e "Repubblica", Ezio Mauro riflette sul valore della condivisione nel mondo del giornalismo. Quando è positiva, quando no e che ruolo giocano i giovani in tutto questo. Spesso Internet è sinonimo di libertà, accesso senza confini e senza filtri. La possibilità di condividere tutto, sempre e con chiunque rappresenta una delle maggiori rivoluzioni del nostro tempo che riguarda tutti e tutto, soprattutto i giovani. Quali sono i principali cambiamenti che il mondo del giornalismo ha vissuto negli utlimi decenni? Viviamo oggi un reale accesso libero alle notizie o rischiamo di subire una grande strumentalizzazione? Quale futuro deve aspettarsi il giornalismo tradizionale? Modera Alberto Faustini, direttore dei quotidiani "Trentino" e "Alto Adige".